Sony Pocketstation nel 2018

Pockestation Playstation Sony 1999

La Pocketstation è una piccola perla dell’universo Sony Playstation del periodo pre-2000, viene concepita per fare un po’ il plagio verso al VMU del Dreamcast e le sue funzioni sono principalmente:

  • è come una memory card, quindi ha 16 blocchi da utilizzare come salvataggi
  • viene usata come “companion” o per godere dei minigiochini che si possono uploadare al suo interno
  • orologio portatile retro vintage sfigherz

Questi giochini possono essere caricati nella Pocketstation attraverso vari giochi, principalmente nelle versioni giapponesi. Vediamo come…

Già Sony aveva lanciato qualche emulatore sul PS store per i giochini Pocketstation, ma noi ce ne freghiamo e vogliarmo l’hardware puro e crudo, ma speriamo anche pulito, senza i crostoni di sudore secco sopra.

Ottenerlo:

Basta andare sui classici siti di vendita/scambio coppie online e comprarne uno, bisogna solo prestare attenzione poiché girano copie contraffatte che Sony Pocketstation TM non sono, per fare ciò occorre guardare bene le foto: lo schermo originale ha un “ologramma” col marchio Playstation.

Comprare su Ebay

Il mio l’ho comprato e posso dedicarmi a ficcarci dentro i giochilli! Ma come fare?

Analisi delle cose semplici:

Sembra tutto semplice, basterebbe avere: una PSX jappa con giochi jappi specifici e ficcarci dentro tutti i giochetti.

Ma ciò implicherebbe perdite di tempo. “Hey, ma non parlavi dell’hardware puro e crudo ecc?”.  Eh sì.

Andiamo a semplici, ma scivolosi passi:

  • Ottenere i giochilli: deo gratias, certi siti hanno già le *coff coff* “”rom”” di questi giochilli, non sono altro che file nel formato “file salvataggio” che andrebbero -ficcati- dentro la Pocketstation.  Tipo: https://www.emuparadise.me/Sony_PocketStation_ROMs/List-All-Titles-By-Rating-1/53 (multiapicizzo la parola “rom” perché tecnicamente saran pure eseguibili di uno specifico formato, ma questa storia delle rom “pirata” deve finire che ha rotto il quarzo, questa è cultura tecnologia che ha fatto il suo tempo e deve essere a disposizione della massa).

giochi-pocketstation

  • Ficcarli dentro la Pocketstation (ho i giochilli e ora?): a meno di non avere un qualche adattatore memory card / pc seriale-parallela, che una volta mi pare esistessero, la procedura si fa un po’ più complicata: bisogna masterizzare un bel CD, come una volta, con un programma che permetterà lo spostamento dei giochini tra CD e Pocketstation! Per fare ciò bisognerà rivolgersi a questo grandissimo utente dell’INTERNET che smanetta duro ancora con la Playstation creando demo e giochi per vecchi sistemi, Pocketstation compresa: http://onorisoft.free.fr/psx/psx.htm#Tools   (eseguibile per PSX da usare come manager per spostare i dati)

pockestation-transfer-tool

  • Ficcarli dentro la Pocketstation (2): una volta scaricato il software sopra bisogna seguire le istruzioni (file readme). In pratica bisogna creare una ISO del programma che farà da loader e i salvataggi scaricati. La cosa non è difficilissima, c’è una cartella (SAVE) dove mettere tutti i file salvataggio che avete scaricato dei vari giochetti e un file .bat da avviare per creare una lista e poi creare la struttura corretta. Cartella isoroot Io ho usato PSX iso maker che crea l’ISO partendo dalla cartella “ISOROOT” e UltraIso per masterizzare (versione vecchia che le nuove mi par siano troppo puntate sull’adware), ricordandosi di usare la velocità di scrittura più bassa possibile per evitare problemi in fase di lettura.

psx iso maker

  • Ficcarli dentro la Pocketstation (3): inseriamo il CD masterizzato e la Pocketstation dentro la nostra Playstation per riuscire ad avviare il programma manager del primo punto e spostiamo i salvataggi dentro la Pocketstation (collegata all’entrata memory 1) sempre seguendo le istruzioni.

Et voilà!

Se avete PSX non modificate potete rivolgervi all’amico dell’amico, a un bootCD oppure al vecchio trick (un po’ spacca hardware) del:

2012 Playstation 1 Psx Swap Method to Play Backup/Import Games HD – YouTube

Attenzioni, varie ed eventuali:

Il software citato non riuscirà a masterizzare oltre 14 saves dentro il cd, cioè se nella cartella ISOROOT/SAVE ci son 30 salvataggi, solo 14 verranno visualizzati. Inoltre questi file dovranno rispettare il formato 8:3 ovvero il nome dovrà avere massimo 8 caratteri mentre l’estensione 3 caratteri (esempio: GAME.MCS rispetta il formato).

La Pockestation avendo 16 blocchi ovviamente non riuscirà a contenere tutto ciò che vi interessa: ogni giochillo può utilizzare uno o più blocchi… quindi conviene caricare e cancellare in base a quello che vi piace tenere o meno. Idem fare diversi CD con i vari giochini che si ritengono interessanti.

 

Un pensiero su “Sony Pocketstation nel 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *