Alcuni naquero su Geocities

GeoCities

Geocities fu una rivoluzione al tempo, dal 1995 in poi un vero BOOM di siti personali e non si espandeva fragorosamente in rete: un grande numero di utenti si trasformano da passivi lettori in attivi creatori di contenuti senza pagare nulla, una cosa che oggi pare ovvia e scontata, ma che tempo fa rappresentava quasi una sfida.

Molti “Fulviuz” sono nati lì, tra le prime chat e i primi siti in HTML che ora farebbero con la loro visione impazzire il W3C. Ma era un mondo felice e semplice, fatto di esperimenti e di disconnessioni… chiuse nel 2009 sorpassato da tantissimi altri servizi. Ma noi vogliamo ancora ricordarcelo nel 2019

Continua a leggere

Ah, avevo XOOM?

Xoom Goodbye

Ah, non ricordavo di avere un qualche sito su Xoom… Bei tempi quelli, come quelli di Geocities…

Gentile Cliente,

a partire dal 26/10/2017 il servizio Xoom sarà dismesso e il tuo sito reso statico. In breve significa che eventuali siti costruiti con applicazioni (php, java o altro) o personalizzazioni, potrebbero non avere una buona resa o non essere navigabili. Cambierà la procedura di aggiornamento del sito ed eventuali database: dopo l’accesso ti sarà fornita un’interfaccia di gestione semplificata via ftp tramite la quale potrai fare solo upload e download di file.

Perché questo cambiamento? Virgilio attraversa un periodo di profondo rinnovamento verso nuovi servizi al passo con i tempi. Nascerà un nuovo prodotto, che permetterà a tutti gli utenti di aprirsi una finestra sul web, un sito personale con il sistema di gestione contenuti più diffuso al mondo.

Per informazioni più approfondite sulle modifiche che interesseranno il tuo sito consulta la FAQ dedicata su Virgilio Aiuto

Lo Staff di Virgilio Community

Non mi ricordo comunque quale sia, nè mi accetta il recupero password. Quando le cose vanno bene.

Sei stato PWNATO?

Sono stato pwonato / hackerato / arrubato?

Vuoi scoprire se malitenzionati residenti nei Balcani si lullano di te e dei tuoi dati perché hanno in mano l’account del tuo DropBox (hey, è recente l’arrubata di account su DropBox) e guardano le cartelle in cui hai uploadato, smistandole per le variazioni di colore, le foto del tuo cosolàchehaiinmezzoallegambe da 3.1 cm che usavi e usi per linkarlo alle ragazze?

Sì? No? Forse?

Ecco un interessante sito che prende l’indirizzo email e lo gira su tutte le liste di account leakati, così da vedere quale può essere l’account compromesso le cui credenziali contengono quell’indirizzo email:

Have I been pwned? Check if your email has been compromised in a data breach

 

 

Lode a Just 4 Spam

J4S

Cara j4s,
stanotte ti ho sognata:
giacevi su un campo di viole bagnate dalla rugiada,
guardavi l’alba schiarire il cielo e il nome di Cesarino ti usciva tra le labbra.
Il falco mattutino si posò vicino a te, ma era foriero di cattive novelle.
Quando il suo becco si spalancò si fece insistente il Suo nome:
Svapo Svapo Svapo Svapo Svapo.
Sarà lui a cagionare la tua dipartita?
Dimmi, o dolce j4s, se ti duole di più lo Svapo o il marchese del metallo…
Sussurrami anche il nome dei tuoi protettori,
così che possa mettere in tasca loro una moneta d’oro.
Cantami ancora di quella volta,
di quei tempi purtroppo lontani,
in cui si faceva
la storia
dell’Internetto.

Le query migliori di questo mese

Ed eccoci ancora qui all’appuntamento fisso (non è vero) sulle query nei motori di ricerca che hanno portato l’utenza qui. I maghi del SEO s’inchinino davanti a cotanti magheggi per piazzare certe keyword nelle esatte posizioni da me volute (altra banfa).

query_sito (5)

Tipo… “scarpe da porca“. Come sono fatte le scarpe da porca? Quasi quasi googlo pure io… 😮

Continua a leggere

Renzy ci porta la banda larga, extra larga

banda larga italia

Per ridurre il digital-divide e per diffondere la banda larga, anzi larghissima, extra larga, in Italì è obiettivo di questo governo sostituire il ramato con il fibrato ovvero sostituire per quanto possibile le vecchie infrastrutture (dispendiose e inefficienti) con le nuove tecnologie e quindi cercare di garantire velocità TERRIBILI (nel senso buono), all’ordine dei 30 megabit al secondo nel caso meno fortunato, nonché aumentare la copertura nel nostro franato e franoso territorio.

Magari rivendendo il rame ci facciamo pure due soldi…

Continua a leggere