DVORAK tu che dvorako pure io

Dvorak tastiera modificata

Quando di una “cosa” che usano tutti poi ne appare una versione migliorata non si fa il passo successivo per usare questa “cosa” migliore, ma si resta al modello precedente.

Ci sono vari motivi per questo comportamento poco evoluzionistico come il vantaggio o lo svantaggio economico o semplicemente la frase fatalista “ormai è così“.

Chi si ricorda della grande sfida BETAMAX vs VHS? Dove il migliore perì di fronte all’avversario meno prestante? Ma questa volta non parliamo di home-video, ma di tastiere

Come mai oggi utilizziamo la tastiera con il layout QWERTY così definito dalle lettere della prima riga a sinistra? Semplicemente perché al tempo della sua invenzione questo layout era presente sulle vecchie macchine da scrivere e serviva a rendere la digitazione meno veloce così evitare che le aste coi martelli delle lettere si incastrassero tra di loro.

Olivetti 82 con tastiera QZERTY:

Olivetti 82 qzerty

Dopo anni l’evoluzione tecnologica ha sorpassato questo limite, ora sui computer non si accavalla un bel nulla, ma siamo ancora ben fermi, tranni rari casi, sulla QWERTY.

Come mai nonostante esistano layout più performanti siamo ancora lì?

Questione di abitudine e interessi economici, ormai la QUERTY è troppo radicalizzata nei prodotti e nelle abitudini di chi li usa. Chiunque abbia studiato dattilografia (a macchina o su computer) saprebbe, anzi vorrebbe, oggi imparare a usare un nuovo layout partendo da zero?

Se la vostra risposta è oppure se siete semplici curiosi… Utilizziamo DVORAK al posto di QWERTY!

Cos’è DVORAK

dvorak

La tastiera DVORAK o il layout DVORAK (che si chiama così non per la prima fila di lettere!), in base a cosa vi riferite, permette di scrivere molto più velocemente perché ha una disposizione dei tasti più sensata (anche se effettivamente sarebbe ottima per una digitazione di lingua inglese!)

Proviamo?

La cosa è fattibile in due parti:

  1. smontate le lettere della vostra tastiera (senza spaccarle, non me ne prendo la responsabilità, alcune tastiere hanno problemi nel toglierle) e riordinatele secondo questo schema DVORAK. (Alcuni tasti punteggiatura con shift non corrisponderanno…)
  2. installare un layout DVORAK sul sistema così da effettuare la modifica vera e propria (nel link a fondo pagina c’è pure il dvorak layout in italiano se non volete usare l’americano di Windows)

1: Modificare tastiera

Dvorak tastiera modificare

Risparmiamo soldi modificando una tastiera QWERTY, magari dove ci sono le non corrispondenze sui tasti shiftati applichiamo un qualche adesivo con le correzioni!

2: Installare layout

Aggiungere su Pannello di controllo / opzioni di lingua / metodo di input un nuovo metodo di input, cercare pure “dvorak” per filtrare gli elementi:

dvorak

Attivare la barra della lingua sulla barra delle applicazioni così da switchare velocemente in caso di problemi (WIN+SPACE come shortcut):

dvorak_layout_tastiera

Windows supporta più tastiere collegate quindi è molto divertente avere la classica QWERTY nel ripiano di “lavoro” e la DVORAK da una parte per quando, switchando come da immagine sopra, si vuole imparare a usare questo nuovo layout!

Attenzione!

Ovviamente le shortcut non sono così immediate! Per fare Copia per esempio, CTRL+C, dovete andare a cliccare la nuova posizione della C!

Tranquilli, CTRL+ALT+CANC (o CTRL+SHIFT+ESC) restano dove sono 😀

Ti piace la dvorak?

Altre info:

http://idvorak.altervista.org/

5 pensieri su “DVORAK tu che dvorako pure io

  1. > questo layout […] serviva a rendere la digitazione meno veloce così evitare che le aste coi martelli delle lettere si incastrassero tra di loro.

    È una leggenda metropolitana. La disposizione pseudocasuale dei tasti serviva a distanziare le lettere che avevano più probabilità di essere premuti in sequenza, proprio per evitare che i bracci collidessero. Quindi il layout qwerty serviva a rendere la digitazione più veloce, non più lenta! Del resto basta un po’ di allenamento per scrivere alla stesa velocità su qualunque layout. Gné.

    • Se la disposizione è stata fatta per evitare gli incastri, non è stata fatta per essere più veloce, al massimo un compromesso tra velocità di scrittura ed evitamento incastri.
      Senza la variabile incastri viene fuori un layout più studiato per la velocità di digitazione. Per la statistica dvorak VS qwerty bisognerebbe guardare i record su fastfingers :v
      Tutto ciò mi ha fatto venire in mente le “pianole” che hanno quelli che verbalizzano al Parlamento… mi pare fossero tasti sillabici, boh ora Googlo.

      • > Se la disposizione è stata fatta per evitare gli incastri, non è stata fatta per essere più veloce

        Attenzione che quando si parla di “velocizzare” qui non si intende tanto quello di accelerare la digitazione (cosa che ritengo sia ottenibile su qualsiasi layout, con l’allenamento) quanto quello di evitare noie meccaniche coi martelletti. I bracci che incastrano tra loro la rallentano parecchio la scrittura, direi, più di un layout “caotico”…

        La macchina stenodattilografa del aParlamento si chiama Macchina Margherita e secondo me funziona tramite magia nera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *