Edilberto del Ciclo del Fallimento #1

Edilberto

Chi dentro di se sente quel richiamo grazioso e vicino del fallimento?
Quella voglia di fallire duro in tutti i modi?
Edilberto, 37 anni suonati, se ne stava lì seduto sulla panchina del parco mentre giocava a QuizUp e sbagliava appositamente…
Un tipo, sulla ventina, si mise seduto vicino a lui, ma non troppo, con la sua giovane e bella ragazza e dopo un attimo buttò l’occhio sul cellulare di Edilberto.
Hey, ma… mi sembra tu stia perdendo apposta eh…” disse il ragazzo che non si faceva i cazzi propri.
Hai una ragazza, toccale la figa e non mi scassare il cazzo” pensò Edilberto, ma decise di rispondergli in maniera più quieta: “Mi piace perdere, mi piace fallire…
Il ragazzo continuò “Ma perchè?” e Edilberto rispose “Perché è più facile.
La ragazza si mise a piangere e il tipo lo guardò come spaesato, non sapeva più cosa pensare e Edilberto li osservava tranquillo.
Così la ragazza, sempre piangendo, urlò al ragazzo ancora intordito “Tiratelo fuori!
Il ragazzo si slacciò la cintura, abbassò la zip, si tirò giù un po’ i pantaloni e le mutande e un salamino rosa ne uscì mestamente.
Lei urlò ancora, tra le lacrime, “e ora scrocchiatelo!“, ma il povero ragazzo non riusciva a scrocchiarselo.
Edilberto si alzò di scatto, si calò i pantaloni e le mutande bianco sporco e in un impeto di virilità se lo scrocchiò col furore delle onde che si infrangono sugli scogli durante il mare in tempesta.
Il ragazzo impallidì ancora di più e la ragazza scoppiò in un pianto ancora più forte, ma stavolta di felicità e sommessamente disse “Vedi, stavolta non hai fallito, non ti è  piaciuto?…“.

2 pensieri su “Edilberto del Ciclo del Fallimento #1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *