Rule of Rose, rule of Basement

Rule of Rose PS2

L’altra notte son uscito a fare il giro della casa per controllare i cavi elettrici e mentre passavo vicino al giardino, una deformazione su un vecchio tronco dalla forma molto facciale – dannata pareidolia – sembrava mi stesse sussurrando qualcosa, così mi son avvicinato e ho sentito chiaramente che mi ansimava questa frase: “Giocati Rule of Rose per PS2, cretino…“. Ho preso paura e son ritornato nel basement…

Ho acquistato il gioco da mio cugino che ha un negozio di lavatrici a moto perpetuo, ho rispolverato l’emulatore PS2 (PCSX2 bitches), ho acceso qualche candela nel basement e ho fatto avvia (veloce).

Ok, sembra uno di quei giochi strani che son venuti fuori dalla parte strana dell’internet: bambini strambi, zeppelin che volano in ciel come gentili capidogli nel mare, filmati moderatamente wtf, cani bastonati e personaggi che non si sa bene perché siano lì.

Rule of Rose - immagine

Se all’inizio sembra di tuffarsi in un film horror, dopo qualche minuto la cosa si fa misteriosa più che orrorifica e continua a diventare strana anche quando si incontrano altri personaggi e la protagonista non pone loro alcun interrogativo, del tipo, “Che cazz? Perché sono qui? Cosa sta succedendo? Chi cazz siete?

Probabilmente essendo all’inizio mi sfuggono un bel po’ di cose, ma non solo a me, anche alla protagonista visto che sembra, come noi, non aver memoria o qualcosa di simile.

Vediamo…

 

 

Un pensiero su “Rule of Rose, rule of Basement

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *